press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/9

★ ★ ★ ★

la Hall

Tornata a risplendere grazie al percorso di continuo rinnovamento, la Hall del Miramare indica immediatamente al viaggiatore la cifra stilistica dell’hotel.
Niente, qui. è lasciato al caso: ogni dettaglio è pensato all'insegna della purezza stilistica e dell'idea di lusso e bellezza, intesa in senso cosmopolita, così come è nella filosfia di chi ama viaggiare fra le meraviglie del mondo.

Entrando, si è attirati da uno splendido tappeto di Nichols Decò, mercante statunitense trasferitosi in Cina, che risale agli anni Venti-Trenta e che spicca per la vivacità dei suoi colori (verde, rosso bordeaux, verde mela). Tali colori sono stati il fil rouge per l’deazione degli arredi.

Materiali, texture, luci ed ombre danno profondità e spessore allo spazio. Le poltrone e i divani, disegnati dall’interior designer Roberto Pazzi, sono in velluto pregiato. Due mobili antichi, provenienti dalla Cina, e un arazzo ottocentesco, dalla Mongolia, garantiscono una forte riconoscibilità alla struttura, con un tocco meravigliosamente esotico, ad evocare luoghi lontani...
A scaldare il tutto, un camino bifacciale - vòlto alla sala, da un lato, e al cortile dall’altro -, incorniciato in una carta da parati a fiori, nei toni del rosso. Accanto si apre la porta che affaccia al cortile interno: un intimo spazio verde, con due grandi alberi di mimosa e bambù, ideale per gli ospiti fumatori o per quanti desiderino dedicarsi al piacere della lettura.

 

★ ★ ★ ★

il bar

Accanto alla reception, un raffinato bar, con propri tavolini, che svolge il servizio anche per i diversi salotti della hall.
Per bere un cocktail, o semplicemente un caffè.

logogiallo2.png